• La proposta...indecente!

    La proposta...indecente!

    Cosa ci beviamo?

    E' questa la domanda che amiamo porci quando ci prepariamo per l'apertura e proprio da questa semplice domanda sviluppiamo la nostra cantina. Amiamo proporre solo vini che berremmo noi prima di voi e che quindi in qualche modo riescono a colpirci. 

    Il risultato è una cantina in continuo mutamento che rispecchia i gusti di chi lavora al Vertical senza essere pomposa. Non siamo dei fan degli scaffali pieni zeppi di vini simili tra loro, preferiamo una scelta più limitata ma che possa seguire la stagionalità e i nostri desideri del momento.

  • Una selezione e tante scelte difficili

    La strada percorsa è stata tanta (i benzinai di tutta Italia ringraziano), di produttori ne abbiamo incontrati da nord a sud. Di vere schifezze ne abbiamo bevute, ma per fortuna in moltissime cantine il fegato ha gioito per la qualità e la bontà di quello che doveva metabolizzare. 

    I calli alle mani ce li siamo fatti venire a suon di giri col cavatappi e fette di pane e salame in accompagnamento (il migliore che esista con qualunque vino), guidati da produttori, o meglio, contadini. Si perchè la vera gioia resta nello scoprire che per fare bene il vino bisogna essere contadini, bisogna sapersi sporcare le mani di terra e sudore. 

    Amiamo da sempre i racconti di tutti loro mentre ci ospitano a casa loro offrendoci un paio di posti a tavola aggiunti all'ultimo minuto (a volte anche un paio di letti per la notte), o mentre ci fanno compagnia al locale durante l'orario di chiusura tra una ramazzata al pavimento ed una lucidata alle vetrine.

    Ecco come li selezioniamo. A seconda di quanto ci fanno innamorare le loro storie ed i loro vini decidiamo di aprirvi le loro bottiglie, niente di più, niente di meno.

    Volete ascoltare qualcuna di queste storie? Noi siamo qui, tutti i giorni dalle 18.00 al 1.00. 

    Trovato caciara? Riprova, non te ne pentirai.